Nell’Ottocento nella Valle Cervo il massone Federico Rosazza Pistolet e l’architetto e spiritista Giuseppe Maffei intrapresero una rivoluzione urbana, supportati dagli spiriti che contattavano quotidianamente. La chiesa, un tempo in centro paese, fu demolita e spostata dove un tempo si trovava il cimitero nel 1876, orientata verso le più importanti costellazioni, seguendo i segreti della Chiave di Salomone.

L’intento era rendere Rosazza la capitale del sapere massonico ed iniziatico della storia umana, come Washington DC a fine Settecento era divenuta grazie alla geomanzia massonica e il massone George Washington e l’architetto Pierre l’Enfant la capitale degli Stati Uniti d’America.

Molti valligiani e personaggi importanti dell’epoca contrastarono il progetto che rimase segreto per alcuni anni, le critiche e le sfide che dovettero affrontare furono molte, e durante le loro comunicazioni con l’aldilà tentarono di trovare delle soluzioni a quelle prove a cui la vita stava sottoponendo loro.

Sant’Agostino venne in aiuto dal regno sconosciuto degli spiriti. Ecco cosa gli comunicó:
“O Federico, noi abbiamo dei nemici attivi e segreti i quali operano con fini malvagi e fanno operare con malvagità i mortali che li ubbidiscono”

Infine lo spirito suggerì loro di incidere un versetto latino sull’ultimo scalino che avrebbe allontanato coloro che agivano nell’ombra.

“Siate concordi d’agire nel silenzio e vincerete. Se tarda questo permesso, voi potete cominciare ugualmente il lavoro, edificando la canonica ed i pilastri del porticato laterale alla strada della valle. Questa sarà la risposta intesa degli avversari. Io vi detterò un versetto latino rilevato dalla sacre carte per incidere sul più alto gradino della scala che metterà al portico vestibolo della Chiesa”

Ecco la scritta che troverete prima di accedere alla Chiesa di Rosazza: DESIDERIUM PECCATORUM PERIBIT
PERIRANNO I DESIDERI DEI PECCATORI
Un invito rivolto ancora a tutti noi di conservare le virtù del cuore e ricercare la verità e la conoscenza.


https://rosazzaesoterica.it/tour/